null Un tremisse da Castelseprio e la moneta dei duchi Longobardi

Un tremisse da Castelseprio e la moneta dei duchi Longobardi

12 nov 2019
Conferenze / Attività per adulti

Incontri a margine della mostraFlavia Sebrio. Castelseprio longobarda, presidio militare e città regia” 

Un tremisse da Castelseprio e la moneta dei duchi Longobardi

Un tremisse in oro, imitazione barbarica di un'emissione per Giustiniano I, trovato negli anni '70 a Castelseprio, in passato attribuito a una zecca transalpina, viene oggi considerato come emissione di una zecca ducale, forse proprio a Castelseprio, attiva nel terzo quarto del VI secolo d.C. Esemplari stilisticamente vicini sono presenti in collezioni pubbliche a Milano e in altre città italiane. Altri fortunati ritrovamenti affidabili di Tremissi "pseudomperiali" di VI secolo hanno permesso di ricostruire il sistema di emissione dei Ducati longobardi della prima generazione dopo la conquista, in passato del tutto ignorato. Se ne esaminano le premesse politico-economiche e si propone una possibile serie di zecche attive, analizzando le caratteristiche stilistiche dei prodotti, per un loro inserimento nel quadro generale della monetazione longobarda.  

Conferenza tenuta dal Prof. Ermanno A. Arslan, già Direttore Civiche Raccolte Archeologiche e Numismatiche, Accademico dei Lincei  

Incontri a margine della mostraFlavia Sebrio. Castelseprio longobarda, presidio militare e città regia”