Ambrogino d'oro a "In corso d'Opera"

Roma, Fnsi, 1 dicembre 2021

Attestato di benemerenza del Comune alla rivista del carcere milanese

Federazione nazionale stampa italiana (Fnsi) e Associazione lombarda giornalisti (Alg) in visita ai - redattori diversamente liberi - di Opera.
Il Comune di Milano ha deciso di premiare - nell'ambito dei riconoscimenti dell'Ambrogino d'oro 2021 - i detenuti del carcere di Opera impegnati nella realizzazione del progetto editoriale "In corso d'Opera" (trimestrale nato nel 2013).
Alla vigilia della consegna dell'attestato di benemerenza (prevista per il 7 dicembre 2021 giorno del patrono della città, ndr), una delegazione del sindacato dei giornalisti si è recato nella I Casa circondariale di Milano per incontrare i redattori di "In corso d'Opera" e dare loro un diploma speciale, quali 'redattori diversamente liberi'; "per farli sentire parte di coloro che si battono ogni giorno per realizzare l'articolo 21 della Costituzione", ha spiegato Giuseppe Giulietti (presidente della Fnsi), con lui Renzo Magosso, direttore del periodico e Paolo Perucchini, presidente dell'Alg, ad accoglierli il direttore di Opera, Silvio Di Gregorio.
Secondo Giulietti: "Occorre valorizzare iniziative come questa perché portano le persone a condividere percorsi di recupero"; "Quelli che sono usciti, anche dopo 10 o 20 anni di prigione, e hanno fatto con noi questa esperienza di giornalismo fanno un'altra cosa e sono felici di non delinquere più", ha osservato il giornalista Magosso.

Aggiornato il: 01/12/2021