La Prima diffusa della Scala in tre carceri con il Macbeth

Milano, Ansa, 23 novembre 2021

L'opera di Giuseppe Verdi al minorile Beccaria, a San Vittore e a Opera

La 'Prima diffusa' della Scala - che quest'anno porterà il 'Macbeth' di Giuseppe Verdi in tutta la città - compie dieci anni e torna dopo lo stop dello scorso anno dovuto alla pandemia con 10mila posti, mille in più rispetto al 2019.
La decima edizione - che è stata presentata al teatro 'Puntozero' dell'Istituto  penale per minorenni 'Cesare Beccaria' - si terrà dal 1 al 12 dicembre 2021 ed è promossa dal Comune di Milano, assieme a Edison.
La 'Prima diffusa' in città accompagnerà Milano nella settimana precedente la Prima della Scala con oltre 80 iniziative tra concerti, performance, mostre e incontri dedicati all'opera.
Il fulcro della rassegna sarà il 7 dicembre 2021, quando il l'opera di Verdi andrà in scena sul palcoscenico della Scala e verrà trasmessa in diretta in 34 spazi cittadini, in collaborazione con la Rai.
Sono tanti, infatti, i luoghi simbolo, ci sono tre carceri milanesi: Opera, San Vittore e minorile Beccaria, ma anche la Casa di accoglienza per senzatetto 'Enzo Jannacci', la 'Casa della carità', l'aeroporto di Malpensa, il Mudec, lo Spazio fumetto e altri ancora.
"Una parte della società pensa che il mondo dell'opera sia un mondo chiuso, ma io sono dalla parte opposta - ha commentato il sovrintendente della Scala, Dominique Meyer nel corso della presentazione dell'iniziativa - perché, invece, è accessibile a tutti e dobbiamo lottare contro questa idea che l'opera sia riservata a una piccola élite -che già facciamo fatica a caratterizzare - io vorrei far capire che l'opera è per tutti".
In dieci anni la 'Prima diffusa' è cresciuta coinvolgendo in tutto oltre 200mila spettatori.
"Sarà un'edizione di grande rinascita - ha commentato l'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Tommaso Sacchi - la faremo con grande prudenza perché non ci siano situazioni rischiose o di incentivo alla diffusione del 'Covid-19', saremo quindi scrupolosi nella gestione dei luoghi che ospiteranno la 'Prima diffusa'".

Aggiornato il: 23/11/2021