Incontro al Beccaria sulla giustizia minorile

Milano, Avvenire, 2 giugno 2019

Il ministro della Giustizia, Bonafede ha dibattuto con l'arcivescovo di Milano, Delpini

Al centro della mattinata del 6 giugno 2019 c'è stata la giustizia minorile e di comunità, tra progetti, diritti e doveri di persone e istituzioni. Il dovere di pensare per il futuro. 
Il diritto ad avere un futuro è il dibattito tra monsignor Mario Delpini, arcivescovo di Milano, e Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia, in programma nel contesto del convegno "Pensare i giovani: dai bisogni ai progetti", che il Tribunale e la Procura per i minorenni di Milano organizzano al teatro Puntozero del Centro giustizia minorile di Milano "Cesare Beccaria", in via dei Calchi Taeggi, 20 e che metterà al centro l'esigenza di rinnovare orientamenti e strumenti per operare nel circuito penale minorile.
Ha introdotto Cosima Buccoliero, direttore del Beccaria, Maria Carla Gatto, presidente del Tribunale per i minorenni di Milano e Ciro Cascone, procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni.
Dopo il confronto a due voci tra Delpini e Bonafede, i lavori sono continuati sul tema "Progettare e co-progettare tra servizi e istituzioni", coordinato da Franca Manoukian (Studio analisi di psico-sociologica), con interventi di: Alessandra Albizzati e Riccardo Gatti (rispettivamente direttore di Uonpia e componente del Dipartimento inter-aziendale dipendenze di Asst santi Paolo e Carlo di Milano), Roberta Perduca, coordinatore scientifico, Claudia Androli, delle Politiche per la famiglia, la genitorialità e le pari opportunità di Regione Lombardia e Marilena Chessa, giudice del Tribunale per i minorenni.
Nell'intervallo si è tenuta la lettura di "Fine pena: ora", a cura dell'avvocato Francesca Vitale, con i giovani del Beccaria. Poi, Francesca Perrini (Centro giustizia minorile della Lombardia) che ha moderato il dibattito su "Riconoscere le soggettività: percorsi educativi personalizzati nelle esperienze lombarde", a cui sono intervenuti don Gino Rigoldi, cappellano al Beccaria, Lamberto Bertolè, presidente della cooperativa sociale Mimo (e presidente del Consiglio comunale di Milano - ndr), Claudio Nizzetto, responsabile del progetto "Buoni dentro", Giuseppe Scutellà, fondatore dell'associazione "Punto Zero", Giacomo Gilberto Sbaraini, presidente della cooperativa sociale "La Strada" e Grazia Maria Dente, presidente del Centro ausilio per i problemi minorili.
Infine,i su "Prospettive per la giustizia minorile" ha parlato Gemma Tuccillo, capo Dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità.

Aggiornato il: 07/04/2020