Buona premessa il nuovo capo del Dap, Dino Petralia

Roma, Ansa, 5 maggio 2020

Oggi la visita del vice, Roberto Tartaglia al Garante nazionale Mauro Palma

Il "percorso professionale e la ben conosciuta capacità di gestione di diverse situazioni nell'ambito della carriera di magistrato" del nuovo capo del Dap, Dino Petralia costituiscono una "importante premessa per la conduzione di un settore fondamentale, quale è quello dell'Amministrazione penitenziaria che è chiamato a tenere sempre insieme istanze di sicurezza e rispetto dei diritti, all'interno del profilo che la Costituzione definisce per l'esecuzione delle pene".
Lo ribadisce Mauro Palma, Garante nazionale delle persone private della libertà, a cui oggi ha fatto visita il vice di Petralia, Roberto Tartaglia che si è insediato due giorni fa nel nuovo incarico.
La gestione del Dap, soprattutto nell'attuale momento di particolare criticità che attraversa il Paese, richiede "particolare vicinanza e guida verso chi in essi opera, con dedizione e abnegazione e una forte attenzione affinché venga sempre costruita per chi in essi è ristretto la prospettiva di un reinserimento sociale in condizioni tali da diminuire al massimo il rischio di recidivare il reato; da qui la necessità di grandi capacità manageriali, oltre che giuridiche e istituzionali, nonché l'attitudine a tessere connessioni proficue con quella realtà sociale che in molte sue espressioni contribuisce in modo significativo alla costruzione di percorsi importanti all'interno e all'esterno del carcere".
Il Garante nazionale ribadisce "la certezza che la nuova conduzione del Dipartimento saprà muoversi in questa direzione" e ritiene che la visita fatta oggi da Tartaglia si inserisca in questa prospettiva.
 

Aggiornato il: 06/05/2020