Affidamento in prova per 300 detenuti

Milano, Agenzianova, 5 maggio 2020

In Lombardia, secondo lo Ueipe

Lo ha fatto sapere alla sottocommissione consiliare Carceri la direttrice dell'Ufficio dell'esecuzione penale esterna di Milano e coordinatrice per la Lombardia, Severina Panarello.
"Quasi tutte queste persone - ha precisato - provenivano da altri Istituti penitenziari, sono tutte persone che potevano ottenere l'affidamento in prova alle stesse condizioni anche in situazione pre-'Covid-19', ma l'emergenza ha dato sicuramente un'accelerazione ai provvedimenti".
La Panarello ha assicurato che "mai come adesso le misure alternative sono state sotto controllo, per quanto riguarda la sicurezza sociale, questo periodo è stato caratterizzato da un provvedimento più corposo anche sui controlli delle misure alternative, quindi di fatto non ci sono situazioni di allarme".
L'Ueipe lombardo ha ricevuto dalla Direzione generale dell'esecuzione penale esterna 78mila euro per interventi di housing, rivolti a detenuti che non abbiano una casa o ne abbiano una inadeguata a svolgere la pena alternativa.
"Il finanziamento - ha spiegato la Panarello - si esplicita in un contributo di 20 euro al giorno per ogni ospite; ora sta partendo la fase della co-progettazione che si concluderà questa settimana: abbiamo selezionato 10 posti per l'Area metropolitana di Milano, 2 per Pavia, 2 per Mantova e Cremona, 2 per Varese e 5 per Brescia: in totale 21 accoglienze, di sei mesi, per le quali abbiamo utilizzato tutti i 78mila euro".
Al più presto si procederà alla selezione dei detenuti che dovranno essere sottoposti al tampone per il 'Covid-19' prima di poter lasciare gli Istituti penitenziari e trasferirsi negli alloggi messi a disposizione.
 

Aggiornato il: 06/05/2020