Stadio di Milano: comunicazione indizione del Dibattito Pubblico

Il Comune di Milano ha indetto un Dibattito Pubblico per discutere lo Studio di fattibilità tecnica ed economica relativo allo stadio di Milano, ritenuto dal Comune di pubblico interesse.

Lo studio di fattibilità è finalizzato alla realizzazione di un nuovo complesso sportivo multifunzionale nell’area del Quartiere San Siro - sede dell’attuale stadio - ed è stato predisposto dalle società sportive A.C. Milan S.p.A. e F.C. Internazionale S.p.A. Monitorato dalla Commissione Nazionale per il Dibattito Pubblico, presieduta da Caterina Cittadino, il Dibattito è coordinato da Andrea Pillon e co-coordinato da Francesca Fazio (di “Avventura Urbana S.r.l.”, società selezionata attraverso una procedura di evidenza pubblica). Il team che gestisce le attività è composto da 15 persone (8 donne e 7 uomini), fra tecnici e personale esperto.

L’intervento rientra tra le opere sottoposte alla procedura di Dibattito Pubblico (come previsto dal DPCM n. 76 del 10 maggio 2018).

L’avvio del dibattito pubblico concernente lo Stadio di Milano è avvenuto in data 28 settembre 2022. Tutta la relativa documentazione e le modalità di partecipazione al dibattito sono reperibili sul sito del Dibattito Pubblico

Il Dibattito Pubblico è un’occasione riservata a cittadine, cittadini e a quanti interessati a partecipare, per condividere le ragioni di un progetto, le sue caratteristiche tecniche e funzionali, i suoi impatti sociali, economici ed ambientali.

Il Dibattito ha inizio con la presentazione del Dossier di progetto, presentato nel corso di incontri pubblici e di approfondimento che favoriscono la partecipazione del pubblico e il confronto tra i proponenti e il pubblico stesso.

Il Dibattito Pubblico termina con la presentazione di due relazioni:

  • la prima, definita Relazione conclusiva, è a cura del coordinatore del Dibattito Pubblico e sintetizza le risultanze emerse nel corso degli incontri (attività svolte, temi dibattuti, proposte migliorative o alternative, possibili criticità)
  • la seconda, denominata Dossier conclusivo, è a cura dell’Ente che ha indetto il Dibattito e contiene le proprie valutazioni finali alla luce delle questioni, delle proposte e delle posizioni emerse nel corso del Dibattito Pubblico

Calendario degli incontri, temi di discussione, modalità di partecipazione al Dibattito e materiale ad esso collegato - incluso quello raccolto e prodotto nel corso degli incontri con la cittadinanza - saranno pubblicati sul sito del Dibattito Pubblico predisposto e gestito dal coordinatore.

La proposta presentata prevede la trasformazione urbana di una vasta area del Quartiere San Siro - sede dell’attuale stadio - di proprietà del Comune, attualmente adibita a parcheggi, aree per l’afflusso e il deflusso degli spettatori, una porzione a verde e al cui interno ricade l’attuale stadio Meazza.

È prevista la costruzione di un nuovo moderno impianto sportivo nell’area ovest del sottopasso Patroclo, identificata come “Comparto Stadio” e la conseguente riqualificazione dell’area tra il sottopasso Patroclo e l’ex area Trotto, identificata come “Comparto Plurivalente”, all’interno della quale verranno implementati il più possibile gli spazi verdi.

Gli obiettivi

Secondo quanto presentato, la proposta di intervento risponde a obiettivi di natura sportiva, sociale, ambientale e urbanistica. Esso prevede, dunque, la costruzione ex-novo di uno stadio che risponda alle esigenze espresse da A.C. Milan S.p.A. e F.C. Internazionale Milano S.p.A. di disporre di una struttura sportiva moderna, efficiente, capace di minimizzare l’impatto acustico degli eventi ospitati e di garantire elevati requisiti di sostenibilità ambientale ed energetica, in linea con gli standard internazionali più avanzati.

La proposta di intervento ha il merito di contribuire anche alla rigenerazione di un esteso ambito urbano quello, appunto, in cui ha sede lo stadio, attualmente dequalificato dalle ampie superfici in asfalto utilizzate solo in occasione degli eventi svolti nello Stadio; la rigenerazione proposta concorrerà a costruire una “nuova centralità” della città di Milano, anche grazie alla potenziale realizzazione di spazi verdi connessi con il sistema dei parchi limitrofi.

Tempi di realizzazione e costi

I lavori inizieranno nel 2024 e copriranno un arco temporale di 7 anni.
La conclusione è prevista per il 2030. 

L’investimento complessivo ammonta a circa 1,3 miliardi di euro e sarà interamente sostenuto da A.C. Milan S.p.A. e F.C. Internazionale Milano S.p.A.

Per visualizzare lo Studio di fattibilità tecnica ed economica, si rimanda alla sezione Allegati sottostante.

Per informazioni di dettaglio e per aggiornamenti periodici sulla procedura del Dibattito pubblico si rimanda al sito del Dibattito Pubblico, che sarà consultabile in prossimità della presentazione pubblica del Dossier di Progetto.

Sabato 12 novembre 2022 si terrà il laboratorio di quartiere aperto a tutte le cittadine e i cittadini sulla proposta del nuovo Stadio di Milano.

L’incontro previsto dal dibattito pubblico si terrà presso lo Stadio di San Siro (Sala Executive 1 – Ingresso 7) dalle ore 10:00 alle ore 16:00.

L’obiettivo del laboratorio progettuale è quello di informare le persone partecipanti rispetto all’intervento proposto e stimolare un confronto fra cittadine e cittadini, proponenti e tecnici sugli aspetti progettuali della proposta del nuovo stadio e le possibili ricadute sul Quartiere.

Il laboratorio ha una durata di circa un’ora e sono previsti 6 differenti turni ai quali poter partecipare.
Tutte le cittadine e i cittadini sono invitati a prendere parte al laboratorio.

Per partecipare è necessario iscriversi attraverso il sito del dibattito pubblico cliccando sulla fascia oraria preferita.

Aggiornato il: 09/11/2022