Collezione Romana del Museo Archeologico di Milano
  •       >

Collezione Romana del Museo Archeologico di Milano

Il percorso espositivo ripercorre i primi mille anni di storia di Milano (V sec. a.C. – V sec. d.C.), collegando i reperti archeologici provenienti dalla città ai relativi contesti storici e culturali e integrandoli nella topografia urbana. Sono esposte testimonianze della produzione artistica (sculture, tra cui un busto in bronzo, rilievi, oreficerie, argenti, bronzi etc..) e monumentale (elementi architettonici, epigrafi, sarcofagi, mosaici) accanto a oggetti di uso quotidiano (ceramiche, monete, vetri etc) e sacro, tra cui un altare dipinto, presentati nel loro contesto originario grazie ai dati forniti dagli scavi. In una specifica sezione dedicata alla società degli antichi Milanesi, le analisi paleopatologiche degli scheletri forniscono informazioni sul popolamento di Milano in età romana, sulla qualità della vita, sulle malattie e sull’alimentazione. Tra i reperti esposti spiccano per la loro importanza e per la qualità artistica la coppa diatreta Trivulzio, la patera di Parabiago oltre al tesoro di Lovere. Nel chiostro interno del museo, lungo i due lati porticati del chiostro seicentesco del Monastero Maggiore una serie di epigrafi rinvenute in vari luoghi della città ci racconta momenti diversi della vita degli antichi Mediolanenses attraverso le iscrizioni, le raffigurazioni scolpite e i ritratti degli stessi protagonisti. Il percorso continua poi nel piano interrato del museo con uno spazio dedicato all’abitare, dove sono esposti mosaici provenienti da case private e materiali da costruzione di epoca romana mentre nel primo chiostro sarà presentata la carriera politica, i mestieri, la famiglia e la religione della la società milanese attraverso le epigrafi.

loading
  • loading
  • loading